martedì 23 marzo 2010

Cuore infranto

Quando ero ragazzina, spesso scrivevo poesie sul diario o, se erano più personali, su di un quadernino che conservo ancora gelosamente nascosto a casa dei miei genitori, lo facevo per esprimere tutti i sentimenti che mi scoppiavano dentro: amore, passione, timidezza, gioie, amicizia, ma anche dolore, lacrime che mai nessuno mi ha asciugato, e soprattutto incomprensioni.
Ora che non sono più una ragazzina, non dovrei più pensare a queste "sciocchezze" infantili, dovrei essere una donna forte e un esempio per le mie figlie, e invece mi sento fragile, emotiva e con un grande bisogno di aiuto che nessuno capisce.
Sto passando un periodo terribile per me, un periodo che sta diventando troppo lungo e giorno dopo giorno lo sento sempre più pesante, per tanti e vari motivi, ma quello che mi fa star più male è quello di non trovare l'appoggio della persona che amo: passo giornate a versare lacrime che nessuno vede, a tenermi dentro una profonda angoscia e ansia, fingendo che vada tutto bene solo per amore delle mie figlie che non voglia che vedano che qualcosa si è rotto, qualcosa che ...
Ma basta, a nessuno interessano i miei problemi, ma visto che il mio blog è come un diario, ho voluto scrivere questi miei pensieri, nella speranza di poterli rileggere un giorno e sorriderci su.

13 commenti:

Enri ha detto...

Mamma mia Silvietta, non pensavo stessi passando un così brutto periodo...spero tu possa ritrovare presto la serenità...ti abbraccio forte forte....

Pamela ha detto...

In queste occasioni non sono brava con le parole... posso solo dirti che ti abbraccio e che ti auguro di tutto cuore di risolvere al più presto i tuoi problemi...

Stefy ha detto...

cara silvana..che dire? Purtroppo ci sono momenti nella vita in cui ci si sente "invisibili", ma sono sicura che non e' così..
Gli uomini a volte non hanno la nostra sensibilita', o danno per scontate cose che per noi sono fondamentali..
non voglio entrare nell'equilibrio della tua coppia, anche perche' non si puo' e solo chi vive dentro alle cose sa veramente cio' che succede..ma sono sicura che questo periodo passera'..
fatti forza e ricordati che non sei sola..
ti abbraccio
stefy

katia ha detto...

ciao noi non ci conosciamo benissimo, ma ho letto le tue parole e ho voluto lasciare due paroline di conforto!!! Il tuo blog è il tuo diario e noi che lo leggiamo siamo le tue amiche su cui puoi contare in questo momento!!! Ti capisco benissimo, la tristezza è una bruttissima cosa e ti consiglio non trattenerti, sfogati pure con noi, è importante, su di noi puoi trovare quelo che cerchi!!! Ti abbraccio forte forte e se hai bisogno scrivimi mgdidacrea@yahoo.it con affetto katia

chiara_francy ha detto...

Io non ti conosco bene e non posso permettermi di dirti nulla.... però mi è dispiaciuto moltissimo leggere le tue parole..... succede spesso anche a me, ma e l'ultima volta mi sono proprio stufata ho pensato solo a me stessa e gli ho detto tutto quello che mi passava per la mente in quel momento! Si è spaventato molto....
non so quanto durerà!!!
un abbraccio
fra

Daniè ha detto...

Ciao Silvia, quanto mi dispiace!!! non ti conosco e non conosco la situazione, ma forse la cosa migliore è parlare, parlare parlare con il cuore in mano. Se non si parla è veramente difficile superare questi momenti, anche perchè non è detto che la persona interessata riesca ad accorgersi del malessere che stai vivendo. nascondere e tenersi tutto per sè non aiuta nè te nè l'altra persona.
Ti abbraccio e spero si possa risolvere per il meglio al più presto.
daniela

Simona ha detto...

Silvia!!!! le amiche, in carne ed ossa, servono, eccome se servono, a sfogarsi, ad ascoltare, ad abbracciarti (veramente)...domani ti scrivo una mail...e ti abbraccio "dal vivo"...

kattyg ha detto...

Cara Silvia, posso solo dirti che ti abbraccio forte...
Sai, non dovresti tenerti tutto dentro. Ora mi viene da ridere a dirti questa cosa ma gli uomini proprio non ci arrivano. Parlagli chiaramente e spiegagli come ti senti, sono sicura che non ti lascerebbe soffrire da sola... tu pensi non possa capire. Io ti dico di dargli questa possibilità.
Spero che la tua situazione possa migliorare perché sei una donna splendida e solare...
Ti abbraccio. Kat

Cristina C. ha detto...

Sono 5 minuti che ho aperto la finestra per il commento e non mi vengono le parole... o forse me ne vengono troppe. Non arrenderti, guardati dentro e chiedi aiuto,se da sola pensi di non farcela. Per te, per la tua vita, e (credimi) anche per la tua famiglia... credimi...

SAAM ha detto...

oh cara tirati su eh!
Non voglio mica sentirti parlare così!
Voglio risentirti un pò più serena!
Reagisci sopratutto per le tue bimbe e non fare solo finta di stare bene , ma cerca di volerti bene un pò di più e stai bene davvero.
Un grosso bacione

valentina ha detto...

Leggo solo ora e mi dispiace davvero tanto saperti così... Spero di cuore che tu riesca a trovare la forza per reagire, nelle tue figlie in te stessa o in qualunque altra cosa, ma non lasciarti travolgere da queste brutte sensazioni e vedrai che piano piano le cose andranno meglio...
se hai voglia di fare due chiacchiere...

Alessandra ha detto...

Molti direbbero che piangersi addosso non serve, che "bisogna reagire", la famosa frase di chi non capisce e non sa come si sta male, o forse solo di chi è forte.
Ma non tutti lo siamo, soprattutto chi ha un'animo sensibile. Ma andare avanti e imparare quella forza è possibile, ci vuole lavoro però, molto impegno e forse anche un piccolo miracolo. Quello che voglio dirti, è che io ti capisco e la cosa che più sento di trasmetterti è che hai bisogno che qualcuno ti indichi la strada, che qualcuno ti aiuti perchè da sola stai male. Metti da parte pregiudizi, e trova il modo, il primo passo è uno sforzo che devi capire e fare tu.

barbarayaya62 ha detto...

Cara Silvia tu sai che io capisco esattamente come ti senti. E' vero il periodo che tu mi descrivi di invisibilita' per me risale veramente a secoli fa( forse tu non sai proprio tutto magari un giorno ti raccontero'), quando non avevo ancora conosciuto il mio amato maritino, ma ricordo esattamente com'era sentirsi cosi, anche ora puo' capitare che ci siano periodi in cui mi sento tale, pero' non lascio mai perdere e a costo di litigare chiarisco. Lo so che non e' facile ma e' meglio una bella lite che una sequenza di cose non dette. Non pensare per questo che io sia piu' forte di te. In questo momento mi sento solo un po' piu' fortunata, spero che passi velocemente questo periodo per te pero' bisogna che tu ci metta del tuo, non fingere parla parla e parla!!!! bacioni yaya